torta.jpg

Nell’ultimo numero di Sale & Pepe c’era questa torta che a prima vista pareva davvero deliziosa… così ho provato a farla seguendo alla lettera gli ingredienti e il peso, cosa che sapete solitamente non faccio… e infatti -_-“

La torta è così fatta; una base di pasta tipo… uhm… alla fine ha la consistenza di una brisè, con un ripieno di formaggi e cioccolato bianco, decorata con frutta fresca, in origine solo mirtilli e lamponi.

Avevo la sensazione che la base con quelle dosi fosse poco dolce, ma pensavo anche che con il ripieno il tutto si sarebbe bilanciato… e invece ;-/

A parte questa poco dolcezza della base, la torta è davvero buona, da mangiare assolutamente il giorno dopo perché altrimenti i sapori non si legano.

Dunque qua c’è la ricetta con le modifiche che secondo il mio gusto si dovrebbero apportare.

torta alla frutta.jpg

Ingredienti per la base:

250g farina

125g burro morbido

un uovo

un cucchiaino 90g zucchero

buccia di limone grattugiata

40ml di acqua fredda

 

Ingredienti per il ripieno:

250g ricotta

150g philadelphia

100g robiola

2 cucchiai abbondanti di miele

un cucchiaino di cannella

80g cioccolato bianco grattugiato

buccia di limone grattugiata

Ingredienti per la decorazione:

mirtilli e lamponi q.b albicocche, susine, ananas

zucchero a velo

 

Si impasta la farina con il burro, l’uovo, lo zucchero e la buccia di limone, fino ad ottenere un impasto sbricioloso, solo allora si aggiunge l’acqua.

Impastare bene  fino a  formare un panetto liscio.

Coprire con pellicola e fare riposare in frigo un’oretta.

Nel frattempo amalgamare i tre formaggi con il miele, profumando con la buccia di limone e la cannella. Per ultimo aggiungere il cioccolato.

Stendere la pasta in uno stampo da crostata (per intenderci quello smerlato e rialzato nel centro) bucherellare bene il fondo e cuocere a vuoto a 180° fino a doratura.

Io non metto mai fagioli o cose così per non fare gonfiare la pasta, se si bucherella bene e si fanno i bordi alti, non c’è bisogno, anche perché non c’è nemmeno lievito nell’impasto dunque difficilmente può cambiare di molto volume!

Una volta cotta fare raffreddare bene, sformare e riempire con il composto ai formaggi.

Decorare con frutta fresca, solo poco prima di servire.

Nel giornale usavano solo lamponi e mirtilli, se avessi avuto questi ultimi li avrei usati anche io, invece mi sono “accontentata” della frutta nel campo! ;-p

Spolverare per finire con zucchero a velo.

Ricordate di prepararla il giorno prima, per mangiarla quello dopo! ;-p

Io l’ho assaggiata subito e solo il giorno dopo ho sentito la differenza di sapore, che era notevolmente migliore.

Ecco ora potete andare in pace!!! ;-D