Ciambella del Monaco.jpg

E anche il Natale è volato! e siamo sempre qui gonfi di cibo (in qualche caso anche alcool! 😉 e dopo aver passato il pomeriggio tra un film un telefilm e chiacchere con voi, direi che se pubblico una ricettina faccio qualcosa di gradito…

…non so a voi ma al mio cervello sì! ;-D

L’anello di Monaco, ricetta scovata in un vecchio numero di la Cucina di casa mia. In rete ho trovato poche ricette, quasi sempre la stessa un pò ripetuta ovunque… e questa che ho usato io, molto diversa.

Mi ha dato un ottimo risultato a detta mia e di chi l’ha mangiato, dunque la condivido con voi!

Ciambella del Monaco dentro.jpg

Questo dolce è una sorta di pasta tipo pandoro, ripieno con un composto di albume nocciole e mandorle. Chiaramente ho usato la pasta madre per farlo, l’ho preparato una settimana fa e nel tempo ha mantenuto la fragranza in modo perfetto!

Ingredienti per il primo impasto:

1/2 bicchiere d’acqua

60g zucchero

200g farina 00

60g pasta madre

75g burro

1 tuorlo

Ingredienti secondo impasto:

50g farina00

50g zucchero

1 cucchiaino di miele

60g burro

3 tuorli d’uovo

un pizzico di sale

Ingredienti per il ripieno:

50g nocciole

20g mandorle

1/2 bicchierino di Marsala (io ho usato rum)

1 bianco d’uovo

Primo impasto: impastare la pasta madre con l’acqua e la farina, aggiungere lo zucchero. Tenete conto che io ho impastato a mano -_-‘ e ve lo dico già che è un delirio di appiccicume, cercate a meno che non avete la planetaria (fortunelli 😉 di aggiungere meno farina possibile. Aiutatevi con una spatola.

Dopo aver amalgamato bene aggiungete il burro e il tuorlo e ottenete un panetto liscio che andrà fatto lievitare per 12 ore o fino a quando non sarà triplicato di volume.

Quando è pronto il secondo impasto preparare il ripieno; montare il bianco d’uovo a neve ferma e aggiungere le nocciole e le mandorle tritatate finemente. Unire il liquore e tenere da parte.

Aggiungere al panetto lievitato gli ingredienti del secondo impasto. Impastare ancora bene fino ad ottenere un panetto bello liscio.

Stendere la pasta a forma di rettangolo e spalmarla con il ripieno. Arrotolarla per il lato più lungo e disporrla in uno stampo da ciambella con i bordi alti (io figurati se ce l’avevo -_- e allora ho fatto tutta una costruzione con carta da forno etc etc 😉

Fare lievitare ancora fino a triplicare il volume.

Cuocere in forno caldo a 180°

Una volta pronto fare raffreddare bene e poi ricoprire l’anello con una glassa fatta con 150g di zucchero sciolto sul fuoco con un cucchiaio d’acqua. Spolverare con zucchero a velo.

Se prima di consumarlo lo scaldate leggermente ne acquista in sapore.

Ancora Buone Feste anche se molti di voi come me domani saranno dinuovo al lavoro!