Mentre scrivo la ricetta, ne sto mangiando una fetta fumante, l’unica pecca e’ non avere una pallina di gelato alla vaniglia accanto, ma e’ comunuqe deliziosa, la consiglio vivamente e’ la miglior torta di mele che abbia mai fatto.

Sentite come la definiscono nel libro da cui e’ stata tratta:  ” non e’ facile definire questo dolce squisito: una via di mezzo tra la classicissima torta di mele che impariamo a fare sin da piccoli e una “tatin” cotta alla rovescia (upside-down) con le mele che rimangono caramellate in superficie.

4 mele

succo di limone

zucchero di canna 120g

pinoli 50g

liquore al mandarino q.b. (o altro a scelta )

2 confezioni di yogurt greco (da usare come misurino)

uova 4

zucchero 3 contenitori

farina 4 contenitori

olio di semi o burro 1 contenitore

(io ho fatto mezzo olio e mezzo burro)

lievito per dolci 1 bustina

Tagliate a dadini le mele sbucciate mettete in un contenitore con il succo di limone, il liquore, i pinoli e un poco di zucchero di canna, fatele macerare per mezz’ora.

Montate le uova con lo zucchero, finche’ non fanno il filo, aggiungete la farina, lo yogurt, l’olio e il burro e il sughetto ottenuto nel piatto con le mele, infine il lievito.

Mettete in una teglia della carta da forno facendola salire anche sui bordi, metteteci dentro le mele con lo zucchero rimasto due fiocchi di burro e fatelo sciogliere un attimo nel forno, versateci l’impasto e cuocetelo in forno a 180° per circa 30 minuti. Uscita dal forno rovesciatela su un piatto da portata e come dicevo prima assolutamente da mangiare accompagnata con il gelato, sia fredda che calda !!!