castagnaccio.jpg
Il castagnaccio “torta” dolce a base di farina di castagne a casa mia in realtà lo chiamiamo castagnina e a quanto  pare fa parte della tradizione di diverse regioni tra cui la Liguria.

Ricordo che mia mamma quando ero piccola lo faceva sempre a occhio e al massimo nell’impasto ci metteva un pò di uvetta… poi io sono diventata grande e girando per diversi paesi in Toscana  ho scoperto che li lo arricchivano con pinoli, noci, aghi di rosmarino e scorza di arancio … che dire .. il mix di sapori e il profumo sono buonissimi, come trasformare un dolce povero in una vera bontà !

Ingredienti:

500g farina di castagne

100 g uvetta

scorza di arancio fresco tagliata a striscioline

rosmarino

un pizzico di sale

acqua q.b.

olio di oliva q.b

Per iniziare mettere l’uvetta in ammollo nell’acqua.

Preriscaldare il forno a 180° e infornare una teglia cosparsa completamente di olio .

In una terrina con le fruste mescolare la farina con il sale e tanta acqua quanto basta ad ottenere un impasto semi-liquido e senza grumi.

A questo punto la teglia sarà bella calda, dunque versiamo l’impasto (che inizierà a friggere e permetterà alla torta di staccarsi bene una volta cotta) cospargiamo con l’uvetta strizzata (e passata dentro a un pò di farina) la scorza di arancio e gli aghi di rosmarino.

Cospargiamo in superfice con un filo di olio e inforniamo nuovamente portando a cottura.

Questa è la mia versione preferita, alla quale mancano i pinoli, perchè li avevo finiti ;-(

Vi dico : per la teglia scegliete la misura che preferite, a me piace piu sottile il castagnaccio … dunque teglia largaaaa .. la consistenza dell’impasto dovrebbe essere come quello di una qualsiasi pastella per friggere … ah chiarisco già che questa è come sempre la mia versione .. non ne esiste una per tutti !!! Saluti a tutti !!!

Il castagnaccioultima modifica: 2010-01-08T17:03:00+01:00da
Reposta per primo quest’articolo

14 Thoughts on “Il castagnaccio

  1. Hai ragione Lisa cara: deve essere una vera bontà!
    E ricordati della tua amica Anemone ogni tantooooo!!
    Scherzo lo sai!! ^________^ Sorrisone come al solito..senza sorrisone non è Anemone! O no???

  2. siiiii …se fossimo piu vicine saremmo sempre a fare merenda insieme !!! ;-D hihiihihih baciiii

  3. come va la vita a Srzana?? Che luogo meraviglioso… per me è vacanza…
    Buon anno e bella ricetta per il castagnaccio, anch’io tempo fa ne ho postato uno in versione correta! Ciao

  4. tutto bene qui ! ;-D si guarda è quasi vacanza anche per me che ci vivo !!! ciao !

  5. Rimane uno dei miei dolci preferiti in assoluto, me ne posso prendere una fettina??!
    E’ stragoloso, con le scorzette di arancia, chissà che delizia!
    bacioni

  6. Qui proprio non rientra nella tradizione, però mi piacerebbe assaggiarlo!

  7. che buona…peccato non possa farla..piace solo a me
    in famiglia..uffa!!!!ciaoooo

  8. Sicuramente una ricetta da provare, non conosco bene questo dolce ma sono tentata!!

    ciao!

  9. Baciiii a teeee!
    Sorrisone-one-one ^___^

  10. Ce ne hai messa da parte una fettina?? adoriamo questo dolce!
    Mai messe le scorzette d’arancia…ma rimedieremo 😉
    baci baci

  11. Buonissimo il castagnaccio, anche se da noi più che una torta sono piccole frittelle di farina di castagne arricchite da aghi di rosmarino!!!

  12. Che bontà, che bel dolce della tradizione!
    bravissima!

    ciao

    Terry

  13. ciaooooo e buon anno!!!!!!
    che buono il castagnaccio!!!!
    ho dato un’occhiata alle tue ultime ricette: bravissima! ma quella casetta di natale: SUPERLATIVA!!!!! sei mitica.
    un abbraccio

  14. troppo buono!ne vorrei un po’ ora…peccato che nn sia stagione!

Lascia un commento

Post Navigation