sfoglia1.jpg

E sono riuscita anche in questa impresa! Non credevo che avrei trovato la voglia per fare le foto a tutti i passaggi e invece… certo le foto sono un pò così, fatte la sera in cucina e con i miei mezzi, ma sono sicura che vi accontenterete! ;-p

Qui sopra un esempio di utilizzo dolce della sfoglia; un trancetto di pasta farcito di crema pasticcera e ricoperto di sfoglia sbriciolata, di una friabilità unica!

 
Come primo passaggio si impastano 250g di farina con 65g di burro e un cucchiaino di sale, si rende il composto sbricioloso e poi si aggiunge acqua fredda tanto quanto basta per ottenere un panetto liscio ed elastico.
Avvolgere in pellicola per alimenti e fare riposare in frigo per mezz’ora.
Panetto.jpg
Pesare 185g di burro in un panetto unico e posizionarlo sopra della pellicola o della carta da forno, adesso con molta fantasia e con un mattarello, appiattirlo nello spessore di 1 cm circa, dovete ottenere un quadrato. Dicevo con fantasia appunto perchè troverete il modo di farlo diventare quadrato, ognuno a modo suo! ;-D
panetto burro prima.jpg
panetto dopo.jpg
A questo punto togliere l’impasto dal frigo, stenderlo in forma quadrata, la misura  del lato deve essere lunga il doppio di quello del panetto di burro. A questo punto guardare la foto sotto (come semplificare i discorsi! ;-D)
burro nella pasta.jpg
angoli piegati.jpg
Una volta pronto infarinare leggermente il tutto, posizionare il lato aperto sotto e stenderlo in verticale formando un rettangolo che andremo a piegare come da foto.
piega 1.jpg
A questo punto abbiamo ottenuto il primo giro e la pasta avrà più o meno la forma che vediamo sotto. Si copre con pellicola e si passa in frigo per 15 minuti o anche di più, se vi dimenticate non succede nulla… credo! ;-D
prima piega.jpg
Da adesso parte il divertimento; si devono ottenere almeno 7 giri dunque partendo sempre con la chiusura sulla vostra destra si stende in lungo e si ripiega come nei passaggi precenti, riposo e via dinuovo.
Alla fine avremmo un panetto che potremmo o usare subito o congelare. Io lo divido a pezzi, li avvolgo in carta da forno e li congelo.

pronta.jpg

Quando mi serve li tiro fuori dal congelatore qualche ora prima e li scongelo in frigo.

Se guardate bene (molto bene!) la foto si notanto tutti i “giri” di burro! Son soddisfazioni! e comunque sentirete che differenza da quella comprata, prima fra tutte la friabilità.
Bè buon divertimento!^__^

La Pasta Sfoglia Step by Stepultima modifica: 2011-04-03T21:34:00+02:00da
Reposta per primo quest’articolo

15 Thoughts on “La Pasta Sfoglia Step by Step

  1. tanto di cappello .. o come si usa dire.. chapeau ! Io l’ho fatta una volta seguendo tutte le indicazioni per filo e per segno di Michel Roux.. però non so quante altre volte la rifarò 🙂
    complimentissimi!

  2. Una descrizione esemplare della pasta sfoglia!
    Complimenti, barbara

  3. Penso che la pasta sfoglia sia ancora oggi la mia massima soddisfazione =) Poi la tua è venuta benissimo, bella gonfia!

  4. quanta pazienza che hai avuto!!! non so se sarò mai in grado….:-P bravissima!!!

  5. Wow, davvero da non credere: hai fatto la sfoglia in casa! Hai tutto il mio rispetto, grandissima!

  6. Queste sono quelle le basi che uno non smette mai d’imparare! Grazie tesoro!

  7. Carissimo/a
    Sto per aggiornare l’elenco dei food blog italiani
    Mi piacerebbe sapere:
    In che anno hai aperto il blog
    Possibilmente la tua città e provincia.

    Grazie
    Puoi comunicarmelo al seguente link (se vuoi)

    http://griglia-e-pestello.blogspot.com/p/food-blog-italiani.html

    sergio.

  8. Io ho realizzato solo un paio di volte la sfoglia in casa (in grandi quantità che ho poi diviso in panetti e suergelato per averla pronta per usi futuri)…una grande soddisfazione, ma che lavoraccio!
    Complimenti perchè ti è venuta benissimo!

  9. Grazie tanto a tutti! 😉

  10. Santo cielo focaccina sei un mito!!!!

  11. un po’ laboriosa..ma credo dia grandi soddisfazioni!!

  12. fantastico…l’hi spiegata benissimo…grazie mille e ottimo lavoro 🙂

  13. Gran bel lavoro anche molto dettagliato perchè non è facile, grazie 🙂

  14. Non è mica un’impresa facile:) e ci vuole tanta pazienza.^^. Io la faccio una volta all’anno a forma di piccoli biscotti natalizi. Comunque tanto elaborata quanto buonissima. Brava come sempre. Un bacione:*

  15. Un applauso! Non solo per il risultato, ma per la pazienza di fotografare tutti i passaggi! La spiegazione è chiarissima. Io avevo provato a farla tempo fa, ma non ero rimasta soddisfatta. Però avevo usato il burro in modo diverso. Quando non mi farò più tentare dalla sfoglia già pronta, proverò la tua tecnica del quadrato di burro. Grazie, Cat

Lascia un commento

Post Navigation